Elezioni dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Slovenia

L’elezione dei deputati e disciplinata piu dettagliatamente dalla Legge sulle elezioni dell’Assemblea nazionale. Il diritto di voto e universale ed eguale, il che significa che e il diritto di ogni cittadino che abbia compiuto 18 anni di eta, di votare ed essere eletto indipendentemente dall’appartenenza di classe, etnica, razziale, economica o altra. Il diritto di voto uguale si riferisce al diritto di voto attivo e significa che ciascun voto di ciascun elettore ha lo stesso valore, che ogni elettore dispone di un solo voto e che il suo voto non ha alcun vantaggio sugli altri voti. Un’eccezione a tale principio e rappresentata solo dal diritto di voto dei membri delle comunita nazionali italiana e ungherese, che hanno nell’Assemblea nazionale un delegato ciascuna; gli elettori di tali comunita votano anche gli altri membri dell’Assemblea nazionale. 
 
Il processo elettorale e composto dalla candidatura, dalla votazione e dalla determinazione dell’esito della votazione. Il processo inizia in un momento preciso con l’indizione delle elezioni, quando si determinano le date d’inizio e di fine del processo elettorale. Le elezioni generali dell’Assemblea nazionale sono indette dal Presidente della Repubblica.
 
Alle elezioni generali sono eletti tutti i membri contemporaneamente. Distinguiamo tra elezioni regolari (ogni quarto anno prima della scadenza del mandato) e anticipate (se l’Assemblea nazionale si scioglie durante il mandato di quattro anni).
 
Le rielezioni sono quelle che hanno luogo durante le elezioni generali se si verificano irregolarita e se le elezioni gia svolte vengono annullate a causa di irregolarita.
 
Le elezioni successive sono quelle che hanno luogo se nella circoscrizione elettorale o presso un seggio individuale non e stato espresso il voto nel giorno fissato per la votazione.
 
Quando e necessario eleggere uno o piu deputati perché sono rimasti uno o piu seggi durante il periodo del mandato, a causa della cessazione del mandato assegnato, si parla di elezioni sostitutive. Dal momento che, secondo le leggi slovene, le elezioni dell’Assemblea nazionale sono proporzionali, e una regola consolidata non svolgere le elezioni sostitutive, perché diventa deputato, se scade il mandato di un deputato, il candidato della lista dei candidati che sarebbe stato eletto se non fosse stato eletto il deputato a cui e cessato il mandato.
 
I candidati, secondo la legge elettorale slovena, possono essere proposti sia dai partiti politici che dagli elettori.
 
Per le elezioni dei deputati dell’Assemblea nazionale si formano otto circoscrizioni elettorali. Ogni circoscrizione e divisa in 11 distretti. In ogni circoscrizione sono eletti 11 deputati. La legge ha stabilito il principio che in ogni distretto elettorale si vota per un candidato. Nelle aree in cui vivono le comunita nazionali italiana e ungherese vengono formate circoscrizioni speciali.
 
Ai sensi della Legge sulle elezioni dell'Assemblea nazionale si applica una soglia di sbarramento al 4 %, che nel processo di assegnazione dei seggi e accertata dalla Commissione elettorale nazionale.  Tra le liste che hanno raggiunto la soglia, i mandati sono distribuiti su due livelli:
  • nella circoscrizione elettorale: i mandati parlamentari sono distribuiti sulla base del cosiddetto quoziente Droop;
  • a livello statale: i mandati parlamentari sono distribuiti sulla base del cosiddetto metodo D’Hondt;
 
Dato che la Costituzione garantisce agli elettori una determinata influenza sulla ripartizione dei mandati ai candidati, questo avviene in parte grazie al fatto che dalla lista dei candidati (a seconda del mandato ricevuto) vengono eletti quei candidati che hanno ricevuto il numero piu alto di voti, considerando il numero totale dei voti nei distretti elettorali in cui hanno partecipato. Gli elettori possono scegliere solo quel candidato dalla lista che compare nel loro distretto elettorale.